logo scaialbengo
chiamaci al 340 8937839
04
MAG
2018

Le passeggiate a cavallo sono un esame di fiducia

Posted By :
Comments : 0

 

E’ ORA DELLA PASSEGGIATA!!                                             passeggiate a cavallo                                                                                          La passeggiata fa parte di quella categoria di esperienze che sono come un esame di fiducia, relazione e competenze sia nostre che del cavallo.  Cavalli o cavalieri poco fiduciosi e insicuri raramente migliorano in passeggiata perché vengono spinti oltre le loro soglie di confidenza… Ray Hunt definiva la fiducia come “fase di preparazione per l’impensabile.” Non bisogna mai dare niente per scontato, siamo in due, e due individui completamente opposti, nel modo di reagire, di pensare e di vedere le cose. Un buon modo per creare le prospettive di nuove esperienze sicure e piacevoli è la conoscenza, che si crea capendo come pensa questo animale, partendo da terra per la fiducia e il rispetto, poi in sella per sviluppare equilibrio, focus, feel e tempismo. Anche se siamo cavalieri esperti o neofiti con un minimo di padronanza del corpo e un equilibrio che permette di rimanere in sella alle 3 andature, non bisogna comunque dare per scontato che uscire in ambiente sia una “passeggiata”. Il cavallo per natura è portato geneticamente a prendere delle decisioni per salvarsi la vita senza pensare troppo prima di agire, e più bassa sarà la nostra conoscenza e scarsa la relazione, più accadranno conseguenze disastrose. È vero che una volta si facevano poche storie, si montava a cavallo e si andava, ma è anche vero che poi… quello che succedeva succedeva! Il mondo della formazione è cambiato, ma sembra che nell’equitazione ci sia una certa nostalgia a non staccarsi dall’ignoranza delle concezioni passate. Alcune persone, come alcuni cavalli, sono più sicuri di sé naturalmente, ma questo non è una garanzia, possono perdere anche loro il controllo e la fiducia in determinate situazioni. Solitamente cavalieri con più esperienza, ma chiaramente senza una conoscenza legata alla comunicazione e relazione col cavallo, tendono a trascurare i bisogni del cavallo e a lottarci per eliminare i problemi piuttosto che risolverli alla base. Certo, la forza e la lotta possono essere una strada, ma non sono una buona esperienza per il cavallo e per la relazione, inoltre può essere molto pericoloso. La vita è già tanto imprevedibile di suo, quindi PREPARIAMOCI! Basta rivolgersi ai tanti professionisti, ma se avete già esperienza, con un po’ di accortezza, si può fare tutto dove di solito si monta a cavallo per esercitarsi, basta una recinzione e che non ci siano oggetti pericolosi.

Ecco gli elementi principali per verificare la vostra preparazione: PSICOLOGIA EQUINA.

  • Cercare sempre di pensare dal punto di vista del cavallo, in quanto diverso da quello umano.
  • Valutare le caratteristiche del cavallo, cioè la sua personalità.
  • Approccio e Ritirata: Il modo migliore per costruire la fiducia nei cavalli (e nell’uomo) è con l’approccio e la ritirata. Ci si avvicina alla cosa che è difficile e, prima che diventi insopportabile o spaventosa, si torna al punto in cui ci si sente di nuovo al sicuro, con tempismo e progressione.
  • Simulazioni: imparare le manovre di emergenza, flessione laterale, disimpegno dei posteriori e discesa di emergenza.
  • Non dimentichiamoci gli ostacoli i tronchi, i fossi, le salite e le discese, altri animali, sacchetti di plastica, ombrelli, trattori, biciclette ecc.
  • È molto importante sapere, e ricordare sempre, che I cavalli possono diventare davvero turbati quando vengono tenuti indietro o lontani dal gruppo, se non ci riconoscono come loro guida e soprattutto se, a distanza, ci capita un imprevisto che non sappiamo gestire.
  • Ripetizioni e test: ricordiamoci sempre che gli incidenti capitano perdendo l’attenzione.
  • Cominciamo con distanze brevi ed allarghiamo il raggio sempre di più rispettando “le soglie” del nostro cavallo costruendo così più confidenza nel cavallo.
  • Andiamo in passeggiata quando ci sentiamo, noi e il nostro cavallo, confidenti e non esitiamo a scendere da cavallo per affrontare e risolvere una situazione critica. Dipende davvero tutto dal rapporto di fiducia e dalla relazione. Quando un cavallo davvero si fida di te, imparerà a non preoccuparsi a meno che non accada qualcosa di veramente eccessivo e, naturalmente, sarete emotivamente e tecnicamente pronti per agire nel modo più corretto. Diventare il leader del tuo cavallo vuol dire essere – calmo, fiducioso e preparato. Che si tradurrà nell’avere un’esperienza più sicura e piacevole, naturalmente.